15 luglio 2017

PORTRAIT EN NOIR ET JAUNE

Fotografare i visi mi da molta soddisfazione20170714_1056c
Peccato che mi imbarazzi farlo20170714_0460

5 commenti:

amanda ha detto...

Il lato 2 è molto meno inquietante dell'1

fulvio ha detto...

Artisticamente inquietanti.
Ciao fulvio

Vera ha detto...

Doveva essere inquietante, una sorta di "sposa cadavere". Nella seconda foto a fine serata ormai fuori dal ruolo, già nei camerini ci sorride. Deborah non si era truccata per me :) sono foto di una manifestazione di teatro e danza; tre serate a Castello di Meleto (Saludecio) collegate all'800 festival.
Le ragazze della mia amica coreografa si stanno abituando ad avere il mio obittivo sparato in viso ;)

Alligatore ha detto...

Mi piacciono entrambe le foto, sembra ci sia una certa simpatia della modella per il fotografo, e questo rende più rilassato il tutto.

Vera ha detto...

Alligatore, con Deborah ci conosciamo, non bene, ma ci conosciamo. È timida ma una maschera, il costume e il palcoscenico aiutano, a quel punto non è lei ad essere fotografata. Ma è soprattutto l'ambiente dentro cui lei e gli altri si muovono, quando fotografo per loro, ad essere speciale; molto diverso da altri dello stesso contesto (danza, ginnastica, teatro) che mi è capitato di vedre. qui non importa se sei bruttino o cicciottella, anche se sei maldestra non importa, sei una persona e quindi hai un valore, se non riesci a fare quel passo vorrà dire che te ne inventeranno un altro che tu possa fare.